giovedì 25 ottobre 2012

Montessori perchè no?

http://youtu.be/wz2_TTBfiXg
                             

 Questo video racconta con disegni e parole il metodo Montessori. A noi è piaciuto molto, speriamo di fare cosa gradita nel condividerlo con voi.

 Buona visione


  Video realizzato da Trevor Eissler, autore del libro
    Montessori Madness! A Parent to Parent Argument for Montessori Education.

Traduzione: www.lacasanellaprateria.com
Assistenza tecnica: www.mammagiramondo.blogspot.com

 ringraziamo per il contributo

martedì 16 ottobre 2012

Sassi, legni, foglie, bottoni e stoffe.




Buongiorno a tutti,
quando abbiamo deciso, io e Alda,  di creare questo blog, lo abbiamo fatto per condividere la nostra esperenza  con voi.  
Materiali poveri per giochi ricchi nasce dalla consapevolezza che i bambini di oggi hanno bisogno di giochi semplici ma utili al loro sviluppo e alla loro creatività.
Per questo iniziamo  ora a pubblicare un serie di post dedicati alle sezioni di materiali che usiamo nei nostri laboratori di formazione per  genitori, maestre ed educatrici.






Oggi, con  una serie di immagini  vi  mostreremo  la sezione dei  materiali naturali.
 
Quando  io e Alda prepariamo un laboratorio di formazione facciamo molta attenzione che ci sia un filo logico nella sistemazione dei materiali stessi. Ci dovranno essere sempre materiali naturali come per esempio  le conchiglie, i sassi, le pigne, le bacche, i legni levigati dal mare, poi  ci saranno gli  scarti, di varie misure, del legno di falegnameria, ritagli di  carta e di cartone, anche questi di varie misure e spessore, non potranno mancare i bottoni e le stoffe, le lane, le passamanerie ecc, ecc . Ogni genere  di materiale va bene purchè sia di recupero. L'elenco può a nostro avviso essere infinito. Il materiale  sarà posizionato in cesti o scatole su scaffali o su mensole. I materiali in un laboratorio di formazione non sono mai abbastanza. Noi, infatti, non smettiamo mai di reperire, recuperare, cercare e trovare  ed è  per questo abbiamo sempre i portabagagli delle nostre automobili pieni di tutto!








L’idea  di organizzare  una formazione per insegnanti ed educatori  partendo dai materiali di risulta o di scarto con caratteristiche legate soprattutto all’esperienza diretta  del fare,  è  il risultato della somma di esperienze nel nido e nella scuola e in particolare nella formazione in servizio delle educatrici e insegnanti. Sono queste conoscenze che ci hanno portato alla convinzione che questo tipo di materiale offre stimoli e sollecitazioni importanti sostenendo, nel caso dei bambini, la  loro crescita,  ampliando le loro possibilità espressive e la loro tendenza esplorativa naturale, e nel caso degli adulti invece, permettendo loro di entrare in empatia con il mondo esplorativo e di ricerca dei bambini stessi. 


 
Abbiamo basato la formazione sull’esperienza laboratoriale applicando l’approccio metodologico montessoriano sul ruolo dell’insegnante. Questa proposta formativa nasce dalla sempre più indispensabile richiesta di riqualificare le forme e gli strumenti di conoscenza dell’educatore che sono quelli che meglio assicurano una profonda riflessione e ridefinizione del proprio compito. 
Siamo convinte che le capacità espressive passano anche attraverso l’acquisizione di competenze e di linguaggi sempre più diversificati, ricchi e numerosi. Quanto più riusciremo a fornire materia, materiali e idee  in questa direzione tanto più riceveremo in cambio la soddisfazione di vedere una crescita piena e soddisfacente dei bambini di oggi.
  



 1° sezione

I MATERALI NATURALI

FIORI SECCHI












SASSI BIANCHI

SASSI STRIATI

FOGLIE DI FORME E COLORI DIVERSI
 BACCHE E FOGLIE 

LEGNI LEVIGATI DEL MARE



CONCHIGLIE

CORTECCE











PIGNE


                                Arrivederci al prossimo post, ciao
Fulvia e Alda

Le immagini che trovate pubblicate sul blog sono personali. Potete utilizzarle sul vostro blog/sito se avete piacere, inserendo il link del blog! Mandateci una mail all'indirizzo aldafulvia@gmail.com per aggiornaci in modo che possiamo sapere dove stanno "navigando"! Grazie